26 October 2009

Salviamo sta Roma bella

Come tanti romani emigrati lontani dal Cuppolone, nutro verso la mia città sentimenti ambivalenti. Da una parte la amo, penso sia la città più bella del mondo e la difenderò sempre dalle critiche esterne, dall'altra mi fa arrabbiare per il caos, la sozzura, la maleducazione. Visto che siamo in clima elettorale e che non abbiamo più il Governatore del Lazio, propongo un piano di risanamento della Capitale affinché torni ad essere Caput Mundi, se non altro per bellezza e gioia degli abitanti:

1. Delocalizzazione e riqualificazione dei Ministeri
Spostiamoli in un'apposita cittadella lontana dal centro storico. Chessò, dalle parti di Latina. Meno traffico, meno raccomandazioni, più spazio per mostre ed eventi nei palazzi storici che la Politica ha sottratto al popolo (sembro Che Guevara).

2. Marchio DOC per pizzerie e trattorie buone
Smettiamola di salassare i turisti ignari che tornano a casa pensando che a Roma si mangi male e a caro prezzo. A Roma si mangia bene e costa poco! Oh!

3. Soppressione dei SUV
Basta macchine parcheggiate in terza fila con i numeri di cellulari lasciati sul cruscotto. Non si passa nelle strade manco a piedi! Che poi i SUV sono il male ovunque.

E questo solo per iniziare. Avrei anche altri 2-3 punti un po' più intransigenti che per ora terrò per me. Hai capito Super Aleman? ;)

3 comments:

gap said...

'i suv sono il male' credo che sia la frase più bella delal giornata.

Anonymous said...

Lì per lì ho pensato: aiuto, i ministeri a Latina? Perché ce l'hai con Latina? Poi ragiono e penso a tutti i palazzi abbandonati che ci sono qui, anche in pieno centro, sai. Palazzi che portano solo chiacchiere di scandali. E grattacieli di millanta piani che, oh sarò stupida, ma ancora non li ho capiti, spuntati così, in mezzo al nulla oppure a dieci metri dalle finestre di poveri cittadini che fino a qualche mese fa potevano vedere il sole ed ora, boh.
Va bene, ora ho capito. Fai bene ad avercela con Latina, e va bene anche per i ministeri qua. Tanto peggio di così...
Kelly. Da Latina, naturalmente.

PippaW said...

Cara Kelly, ah ah in effetti non ce l'ho per niente con Latina, mettiamo i ministeri in una cittadella isolata nell'agro pontino. Suggerimenti? ;)