30 November 2007

Sarà che non funziona, ma...

Senza l'omeopatia mia sorella ed io non saremmo mai neanche nate (e pensa che perdita!!), senza l'omeopatia il mio cane non sarebbe mai guarito (e ditemi che un bulldog è sensibile al placebo, ora), senza l'omeopatia mi sparerei ogni anno 2 influenze come tutti i miei colleghi, e invece sono secoli che non ho neanche la febbre (certo mai un giorno a casa...).

Ma loro dicono che non funziona. Sarà che "loro" sono le case farmaceutiche?

29 comments:

Sammy said...

Chissa se funziona o no, del resto il nostro corpo (anche quello dei bulldog) reagisce naturalmente alle malattie.

Anonymous said...

Ti linko l'articolo di Attilio Speciani che ha giusto due cose da dire :)

http://eurosalus.lycos.it/omeopatia-lotta-potere-lancet-critica-2007.html

Ed

Anonymous said...

link di prima

Ed

ste said...

L'omeopatia non ha nessun fondamento scientifico, e non e' niente di diverso da un effetto placebo (che funziona eccome! Ma e', appunto, acqua fresca).
L'articolo linkato e' fuffoso e cita un articolo di Lancet sputtanato ormai da anni - dal che deduco che l'autore o e' in malafede o e' un cialtrone.
Per chi voglia approfondire, di risorse ce n'e' a bizzeffe, a cominciare da qui:

http://www.cicap.org/new/articolo.php?id=101944

Anonymous said...

Beh, dare del cialtrone al coordinatore di un sito dedicato alla divulgazione medica dall'alto del tuo "ste" è un vero contriburo da bar dello sport.

Se poi lo leggi l'articolo senza fermarti al primo paragrafo, noterai che il link a Lancet mira appunto a sottolinearne l'inconsistenza.

Conosci anche gli stakeholder dietro a Giancarlo Lancini?

Ed

Anonymous said...

Ti aiuto:

"Giancarlo Lancini, laureato in chimica nel 1956, dal 1971 ha svolto numerosi compiti di insegnamento accademico in Chimica Farmaceutica e Tossicologica all’Università di Pavia. Dal 1974 al 1986 assume l’incarico di direttore ricerche pressi i Laboratori Lepetit, dal 1986. È Senior Scientist nei laboratori Biosearch Italia. Attualmente Lancini è consulente in Chimica microbiologica e professore associato per il corso "Biotecnologia dei Farmaci, presso la Facoltà di Farmacia dell’Università di Milano. Autore di un centinaio di pubblicazioni, venti brevetti e diversi libri sugli antibiotici di cui uno è stato tradotto in inglese, russo e cinese. Si interessa da anni di omeopatia."

http://www.caffescientifici.ch/viewtopic2.php?t=21

Ed

PippaW said...

Ste, fuffoso è giusto, infatti è proprio Lancet che cita il Corriere :-)

Cmq i discorsi stanno a zero. Non conosco nessuno più sano di chi si cura con l'omeopatia. Gli altri, gli schiavi di aspirina e antibiotici, come per incanto si ammalano in continuazione.

E non credo nel placebo per i cani ai quali la medicina viene somministrata di nascosto ;-)

Paprikka said...

io non ho mai usato nulla di omeopatico, quindi non posso giudicare. Però non mi ammalo spesso, anzi ! :-)

lol said...

Io ero impazzita e con l'omeopatia sono guarita. Poi vabbè, ovvio che se uno ci nasce un pò strano ci resta sempre un pò.. Ma almeno pazzo ma contento! :-)

ste said...

Scusate, ma io nell'articolo su lycos leggo:
"L'articolista (del Corriere, NdMe) nega l'esistenza di lavori a favore dell'omeopatia quando lo stesso Lancet, nell'anno 1997 aveva dichiarato esattamente il contrario." (e linka un articolo del 1997 che pero' e' tutt'altro che confortante per l'omeopatia...)

Comunque le chiacchere (da bar) stanno a zero: l'omeopatia non ha nessuna base scientifica, per cui dal mio pdv vale tanto quanto lo sciamanesimo o il potere dei cristalli. Oppure qualcuno ha trovato le prove che dimostrano l'esistenza, per dire, della memoria dell'acqua e le tiene in un cassetto?
E non tirate fuori le multinazionali del farmaco e grillate simili: qui si sta parlando di SCIENZA, che e' una cosa ben precisa (che poi contrapporre l'omeopatia agli interessi farmaceutici e' proprio bella: lo sapete quanti soldi girano anche solo in Francia nel mercato dei rimeti omeopatici?)


Justine, io non prendo farmaci (a parte l'aspirina quando ho mal di testa), ma in (quasi) 36 anni non ho mai preso l'influenza (solo qualche brutto raffreddore dopo che mi sono trasferito a Milano, ma quello e' colpa dello smog :-), e avro' avuto la febbre alta 2 o 3 volte. Questo cosa dimostra?

Niente, appunto.

(Per quanto riguarda il cane, certo che non si puo' parlare di effetto placebo: ma esistono anche le guarigioni spontanee...)

ste said...

Piccola chicca: qui a Pavia la facolta' di Farmacia tiene un corso di medicina omeopatica (uno dei pochi casi in Italia - sic). Interrogato da un professore al riguardo (che gli chiedeva se non si sentiva un po' "in colpa" per aver inserito una materia non scientifica nel programma di studi), il rettore ha risposto: "Hai perfettamente ragione, ma io mi devo adeguare al mercato".

A proposito di interessi.

Slowfinger said...

Il vero banco di prova dell'omeopatia, credo, sono le malattie gravi, che non lasciano troppo spazio alle interpretazioni. Guarite un carcinoma, una sindrome di La Tourette o una sclerosi laterale amiotrofica con l'omeopatia e poi ne riparliamo.

Ciapetta said...

Io aggiungo solo che sono come san tommaso, credo solo a quello che vedo. E ho provato sulla mia pelle (o meglio sul mio fegato) tanti antibiotici che hanno solo peggiorato la mia situazione facendomi stare sempre peggio finchè un bel giorno ho trovato il metodo alternativo, a cui non credevo (primo perchè costosissimo) e secondo perchè mi pareva una gran stronzata anche perchè mi dicevo se veramente dovresse funzionare perchè allora non tutti si curano così? Il discorso in effetti fila liscio.

Inizio la cura (io scetticissima della serie non funzionerà mai, quindi mi domando fosse solo effetto placebo in questo caso non avrebbe funzionato) invece come per magia ho iniziato a stare meglio, sempre meglio e sono 2 anni che non prendo più un antibiotico!

Ovvio che in alcune patologie funziona in altre no, un tumore non pretenderei di curarmelo con l'omeopatia ma almeno dove possiamo evitiamo di intossicarci...

Slowfinger said...

Appunto, è una questione di buon senso. Ma non parliamo di medicina alternativa.

ste said...

Il principio "credo solo a quel che vedo" si chiama aneddotica, e non ha nessun valore.
Allora dato che l'effetto placebo a volte funziona dovremmo concludere (perche' l'abbiamo visto!) che lo zucchero ha proprieta' farmacologiche??
E quelle persone che si sono rovinate la salute "grazie" ai rimedi alternativi cosa devono dire?
Ripeto: un conto sono i singoli casi, un'altra cosa e' la DIMOSTRABILITA' dell'efficacia. Senza dimostrabilita', non si puo' nemmeno parlare di medicina. Io personalmente non mi affiderei mai a un rimedio che funziona a tutti gli effetti in maniera casuale!

pippaw said...

Ste il fatto che la scienza attuale - che cmq secondo me è fortemente influenzata dalle case farmaceutiche - non trovi prove dell'efficacia dell'omeopatia, mi lascia indifferente.

Funziona. Questo è un fatto. Tu chiamalo come vuoi.

ste said...

L'omeopatia esiste da DUECENTO anni, e in due secoli non e' venuta fuori una che sia una dimostrazione, nonostante i fior di quattrini spesi e gli interessi economici in ballo (che hanno poco da invidiare a quelli delle case farmaceutiche, brutte cattive).
Al contrario, la scienza attuale e' in grado di DIMOSTRARE che i principi su cui si basa l'omeopatia sono FALLACI. Come la mettiamo?

Guarda che il metodo scientifico e' una cosa ben precisa, che non ha niente a che fare con le multinazionali e gli interessi e mio cuggino che con l'omeopatia ha guarito la calvizie. QUESTE sono le vere chiacchere da bar.

ste said...

(comunque io mollo qui, e' inutile predicare nel deserto)

baskerville said...

un altro caso di omeofobia.

memole74 said...

Beh non sono molto lontana da quello che pensa Ste e personalmente pure il mio cane si cura con le medicine farmacologiche e non omeopatiche.

Di omeopatico uso i Fiori di Bach, certo funzionano, ma quando funziona anche la mente. Pure io ci sono sempre (e sana)e di medicine ne prendo ben poche se non su cose mirate dove l'omopatia non ha mai funzionato.

E sopratutto mi è sempre piaciuta l'idea che se ho una cistite, con l'omeopatia mi passa dopo un secolo e mezzo e continuo a stare male, sarà la potenza di non poter aspettare per essere curata!

E sinceramente, sarò un po' pesante, ma per esempio, quando uno vive per giorni in terapia intensiva neonatale, vorresti tanto che qualcosa di omeopatico potesse guarire la situazione, ma ti puoi solo attaccare ai farmaci veri (vedi la terapia del dolore che mi farebbe piacere se fosse sostituita da dosi pesanti di arnica) ma insomma...non mi gira proprio giusta l'omeopatia.

PippaW said...

"la scienza attuale e' in grado di DIMOSTRARE che i principi su cui si basa l'omeopatia sono FALLACI."

La scienza attuale non è in grado di dimostrare come mai funziona. E' diverso. :-)

E se per questo la scienza attuale non sa neanche come mai le donne possano avere gravidanze extrauterine, peccato che accada di continuo.

Ste nessuno vuole farti cambiare idea, ma non vedo perché dovresti tu far cambiare idea a chi si cura dalla nascita con l'omeopatia and guess what? Guarisce! :-D

Memole74, i fiori di Bach non c'entrano una sega con l'omeopatia, non confondiamo i piani. :-)
E cmq la cistite è proprio una di quelle cose che si curano meglio con l'omeopatia che con la medicina "tradizionale" ;-)

memole74 said...

mmmhhh sarà ma non ho problemi a credere che l'omeopatia risolva curi le cose, dico solo che personalmente propendo per la medicina classica, senza mancare di rispetto a nessuno :-P Magari non ho mai incontrato nessuno che abbia saputo convincermi...e non riesco a farlo da sola! ;-)

ste said...

"La scienza attuale non è in grado di dimostrare come mai funziona."
Scusa, con tutto il rispetto, ma questa frase e' talmente sbagliata che non saprei da dove cominciare per smontarla... confermo la mia resa :-)

Un ultimo appunto prima di mollare, pero'. Hai scritto:
"il fatto che la scienza attuale [...] non trovi prove dell'efficacia dell'omeopatia..."
Ti rendi conto che non solo la scienza ufficiale ha demolito le "basi teoriche" dell'omeopatia, ma che oltretutto nemmeno gli omeopati sono mai riusciti a trovare le PROVE della sua efficacia? Parlo di prove, non di motivazioni campate in aria, che di quelle in 200 anni ne hanno tirate fuori a bizzeffe.
Documentati sul caso di Jacques Benveniste, per esempio...

PippaW said...

Ste, lo dico per l'ultima volta. Uso l'omeopatia dalla nascita. Senza l'omeopatia non sarei venuta al mondo. Curo anche gli animali con l'omeopatia. I discorsi stanno a zero.

Tu non pensi funzioni? Curati con antibiotici e tachiflu, peggio per te :-)

E per quel che riguarda la scienza mi viene da ridere, non è che prima che fossero scoperti i virus quelli non esistevano, no?

Cmq non ha senso discuterne ognuno per la sua via e amici come prima :-)

marco said...
This comment has been removed by the author.
marco said...

curi anche il cancro al seno con gli omeopatici ? sai che c'è chi è finito in galera per aver fatto morire qualche persona ?

l'unico appiglio per la divinazione camuffata che è l'omeopatia è il reggersi su malattie che può "curare" anche un gelato alla crema, fra raffreddori e febbre, perché quando si va su qualcosa di più pesante sono dolori forti. e sì, dal cancro si può guarire.

la scienza è in grado di provare perché non funziona e anche ( saltuariamente ) perché funziona, è un misto di "statistica" e del già citato "effetto placebo", se poi tu la pensi diversamente sei libera di crearti un mondo in cui 1+1=1.

fortunatamente il mondo civilizzato sta mettendo omeopati assieme ad astrologi, aruspici e cartomanti, poi appunto ognuno è libero di fare quello che gli pare, ma nel momento in cui si dà acqua fresca a chi ha bisogno di cure vere e lo si lascia morire, beh, quello è il problema vero.

PippaW said...

Marco e tu sei libero di sfondarti fegato e sistema immunitario con aulin e antibiotici. W la libertà di scelta.

marco said...

è questo che fa chi non ha cognizione di causa: non risponde.

sildenafil said...

I express above all I always liked the idea that if I have a cyst, homeopathy, of course, I go after a century and a half and I still feel bad, but good with the willpower could not wait to heal !