27 November 2007

Parenti Serpenti

Da domenica ho intrapreso una via scivolosa e difficile per risolvere una situazione familiare spinosa.

Come nelle migliori saghe familiari c'è di mezzo una proprietà condivisa. C'è chi vuole vendere, c'è chi non vuole, c'é chi augura la morte a tutti e chi la butta sul melodrammatico e chi (come me) vorrebbe essere altrove a fare dell'altro.


Prevedo ampie burrasche, rivendicazioni, insulti, e secondo me si potrebbe arrivare anche a una bella causa legale. Tutto ciò mi ricorda l'incipit di un bel film (tratto da un bel libro) che si chiama "Tempesta di ghiaccio" e faceva più o meno così: "La famiglia è un gorgo che ti risucchia e non ti lascia più".

Non so perché, ma questa frase mi risuona in testa da qualche giorno... Anche se il clima familiare in questione somiglia di più a quello raccontato qui da Ettore Scola ;-P

6 comments:

ordinarylife said...

massima solidarietà! tempi bui simili ai tuoi attendono anche me. e meno male che a natale si dovrebbe essere tutti più buoni

Slowfinger said...

Pare che sia una fase della vita come i denti del giudizio, quella dello scannamento tra parenti.

Sammy said...

"Parenti serpenti" è bello e agghiacciante!

PippaW said...

Ho capito, è tipo un rito di passaggio. Ecco perché a una certa età vengono i capelli bianchi allora!

Ordinary, a Natale si è tutti feroci, si sa.

gap said...

povera pippa.. che fatica!! e non puoi delegare e andare altrove a fare altro sul serio? :)

mafe said...

Anche io sono in una situazione simile da una decina d'anni :(