15 October 2007

Blog Action Day

Apprendo da Sammy che oggi è il Blog Action Day, giorno dedicato dai Blogger all'ambiente.
Allora prendete 5 minuti per dire la vostra, qui sotto.

Io dal canto mio sto tentando da mesi di abbassare il termostato dello scaldabagno per ridurre i consumi elettrici ma sono da capo a 12. Anzi, se qualcuno da come si fa...

7 comments:

Otto_vask said...

Installane uno a gas e dimezzi i consumi elettrici, metre quelli del gas salgono di poco.

PippaW said...

Caro Otto magari potessi! Ahimé sono in affitto :-/

Otto_vask said...

Allora mi viene in mente solo un modo indiretto di risparmiare elettricità e aiutare l'ambiente: l'utilizzo di lampadine ad alta efficienza. A parità di potenza consumano circa il 25% di quelle tradiuzionali. E ora ci sono anche i modelli (beghelli) che danno la massima potenza entro 1 sec.

E quando vai a letto spegni il televisore con il tasto power off, non lasciarlo in stand by. O meglio ancora prendi una multipla con tasto on off e ci attacchi televisore/dvd/decoder vari. E lo spegni prima di andare a dormire.
Il risparmio è significativo.

PippaW said...

Ma davvero lo stand by fa tanta differenza? Beh se è così lo spegnerò. Dvd, stereo e vhs sono sempre staccati. Le lampadine sono già a basso consumo, ma sta storia dello scaldabagno mi manda ai pazzi.

Io SO che se potessi far scaldare l'acqua 1-2-3 gradi di meno (che poi a che serve bollente?) ci sarebbe un netto risparmio ma non so come fare!

Otto_vask said...

Se ben ricordo il consumo in stand by degli apparecchi è intorno al 1-3% del consumo in condizioni d'uso. Se ipotizziamo mediamente una sola ora di utilizzo al giorno dobbiamo moltiplicare per (24-1=23) e arriviamo a un consumo del 25-70% rispetto alle condizioni d'uso che è totalmente inutile (= spreco assoluto) e può essere totalmente abbattuto. Se abbiamo più apparecchi come il DVD, il decoder SKY/digitale terrestre, lo stereo, il conteggio, il potenziale risparmio energetico e impatto ambientale va moltiplicato per il numero di apparecchi. Con una presa multipla riesci di solito a farne 3/4 insieme e con il solo sfrozo di premere il bottone quando vai a dormire e riaccenderlo alla sera.

Otto_vask said...

Con le caldaiette a gas c'è una manopola che può essere regolata per definire la temperatura massima del'acqua calda che arriva ai rubinetti. Con quelli elettrici può esserci una manopolina, nell'ultimo scaldabagno elettrico che ho avuto c'era un piccolo termostato: lo alzavi d'inverno e lo abbassavi d'estate. Però non tutti i modelli ce l'hanno.

In alternativa puoi spegnere lo scaldabagno quando esci ma è una rottura perchè torni che non hai acqua calda, poi ti dimentichi di riaccenderlo subito e magari al mattino devi aspettare un'ora oppure farti la doccia fredda.

Magari chiedi a un elettricista se ti può installare un timer, tipo che si spegne dopo mezzanotte e poi si riaccende alle 6 del mattino, cose di questo tipo. Ma comunque rimane una scomodità, la volta che poi devi prendere un aereo e ti alzi alle 4 del mattino sei da capo che non puoi farti la doccia perchè ti sei dimenticata di staccare il timer e così via.

Otto_vask said...

Dimenticavo, ultimo accorgimento pro-ambiente, anche se non ti diminuisce direttamente la bolletta: accartociare le bottiglie di plastica arrotolandole su sè stesse (poi le richiudi col tappo). In questa maniera:
- occupano molto meno spazio e devi andare a buttare la plastica meno di frequente
- sono necessari meno viaggi dei camion della nettezza urbana con impatto ambientale e sulla mobilità cittadina
- consumi meno sacchetti di plastica per la spazzatura riducendo l'impatto ambientale