26 September 2007

Vargas Trip

Sono entrata in un furioso trip di Fred Vargas. E' iniziata con "Parti in fretta e non tornare", una rivelazione estiva che ha infuso tutta una nuova energia nel mio rapporto con i libri (nell'ultimo anno un po' altalenante ad essere onesti).

Il secondo che ho affrontato, "Chi è morto alzi la mano", è stato anche più di una conferma, mi ha conquistato totalmente e mi ha costretto a ordinare subito altri tre romanzi.

Per essere certa che il mio non fosse solo un abbaglio ho deciso di mettere alla prova l'autrice (e decisamente anche me stessa) leggendoli in lingua originale, volevo vedere quanto merito fosse da attribuire alla deliziosa traduzione italiana.

Ebbene "Un peu plus loin sur la droite" è appassionante, divertente, ironico e geniale come tutti gli altri e pare che il bello, "Sous les vents de Neptune", debba ancora venire.

Che dire? Correte a prenderne uno, leggetelo, e ditemi la vostra, perché inizio a pensare di essere sotto l'effetto di un incantesimo!

No comments: