26 August 2007

Passeggiando in bicicletta

Ogni tanto succede che capitino delle giornate perfette. Il giusto sole, il cielo perfettamente azzurro, la giusta brezza e gli amici giusti. Oggi è stata una domenica così. In questa Milano che sempre più somiglia alla Roma migliore (dal punto di vista climatico se non altro), mi sono concessa un piacevolissimo giro in bicicletta verso i Navigli.

Mia sorella, in avanscoperta col Danz, aveva segnalato il mercato dell'antiquariato, e li tutti insieme ci siamo presi un guduriosissimo aperitivo al sole, davanti a bancarelle festose, in mezzo a gente abbronzata al ritorno dalle vacanze, ancora rilassata per i giorni di riposo, cordiale e sorridente. Qua e la qualche stranger, un meraviglioso (quanto indigesto ma non importa) gyros e giù a pedalare senza mani verso casa cullata dal vento e dal rumore del mio fido biciclo che necessita decisamente di una bella revisione.

Bello. Rilassante. Piacevole. Ce ne vorrebbero di più di giornate così, diciamo un 3-4 a settimana? :-)

Nell'attesa che rivoluzionino la settimana lavorativa, mi ascolto Cocciante va'.

5 comments:

Sammy said...

Da domani la bicicletta a Milano diventa pericolosa :) però se non erro le bancarella di antiquariato ci sono una volta la mese suo navigli... o no?

PippaW said...

Verissimo tutto. Chissà se tra un mese avremo un bel sole come oggi, magari si potrà bissare! :-)))

the_dandy said...

chissà se tra un mese sarò dei vostri...lookin forward

Roldano De Persio said...

Ai Navigli c'è un ristorante greco dove servono un vino eccezziunale veramente. Mi ricordo bene? Mah, forse ero troppo ubriaco ;-)
Ah poi c'è un localino dove fanno jazz dal vivo njente male.

Mi spiegate perché un viuzza a Milano la chiamono Corso? Hai presente Corso Como?

PippaW said...

Caro Roldano e perché la pizza al taglio si chiama pizza al trancio, e perché le paste una per l'altra si chiamano tutte brioche e i fagiolini cornetti?

Meraviglie del particolarismo regionale, I guess. ;-)