31 August 2007

La vita non è come CSI

Quella che può sembrare un'ovvietà a quanto pare non lo è. Ce lo ha dovuto ricordare recentemente il procuratore di Vigevano Alfonso Lauro, incaricato delle indagini sul caso di Garlasco, «qui non siamo a Csi dove si risolve tutto in mezz'ora». E in questi ultimi giorni non è stato l'unico a chiamare in causa la serie tv più seguita degli Stati Uniti per giustificarsi agli occhi della Stampa invadente e ansiosa di risposte. A quanto pare giornalisti e carabinieri sono appassionati seguaci delle peripezie di Grissom & co.

Questo però mi fa riflettere su come, una cosa tanto futile quanto una serie tv (sebbene sia una signora serie tv) possa influenzare la mentalità non solo dei telespettatori ma anche di giornalisti e polizia e, apparentemente, fornire presunti strumenti all'opinione pubblica per giudicare (negativamente) l'operato delle forze dell'ordine. In questi giorni ci si indigna perché i RIS di Parma non hanno i risultati del DNA in 2 ore o ci si permette di suggerir loro come maestrini autodidatti di usare il Luminol per scovare le tracce ematiche sulle scarpe degli indagati.

Non ricordo però casi di malasanità trattati dai giornali con allusioni al dottorino Carter, alla necessità di epinefrina o alla mancata prescrizione di un emocromo completo. E allora mi chiedo, cosa ci porta a ritenere CSI più veritiero di altre serie tv? Il fatto che ne sia stata fatta una versione italiana in cui anche da noi si risolve tutto in mezz'ora? Il fatto che "vogliamo credere" che sia così facile beccare i cattivi? O siamo solo stanchi di casi irrisolti e speriamo che la scienza stavolta dimostri a tutti che "le prove parlano" davvero?

11 comments:

Vins said...

Appro di Garlasco... ma l'omonimia? ti ricordi? a me è preso un colpo...

ednavar said...

W pippa protettrice del sistema!!

Ed

PippaW said...

Segreteria di PippaW: "Causa muco il cervello solitamente vivace e aguzzo della owner di questo blog non è in grado di decifrare i commenti al suddetto. PippaW risponderà a raffreddore passato, grazie per la pazienza".

Ghhhhhhh

gap said...

ma come la cara vecchia signora in giallo nessuno mai..
;)

PippaW said...

Gap sei sempre molto saggio, ora consiglio al Corriere.it di chiamare in ballo Jessica Fletcher.vedo già i titoli "Se Garlasco fosse Cabot Cove avremmo già il colpevole"! ;-))

Zonda said...

Il fatto e' che a tutti piace credere di essere dei fenomeni. CSI = Il McGuyver del nuovo millennio

PippaW said...

Cioè mi dici che 10 anni fa i giornali si aspettavano che nella polizia di fosse McGuyver? Cavoli quasi quasi era meglio Batman allora...

thebiker said...

la vita non è come csi soprattutto perché fuori dallo schermo pare proprio che le tecniche di indagine migliorano in misura direttamente proporzionale ai casi irrisolti... ergo: perciò meno luminol e intercettazioni e più pedinamenti con i buchi bel giornale, nasi finti e suole consumate

Slowfinger said...

Mi sembri ben introdotta in ambito poliziesco ma anche medico(-forense)... Posso chiedere a te per un set completo di esami del sangue aggratisse? E il fondo oculare? Occhio al vin brûlé :P

Anonymous said...

Meglio il Capitano Venturi o Gill Grissom? Strano che non ci si ponga anche questo quesito prima di iniziare le indagini...Col Capitano Venturi almeno non avrebbero da tradurre l'americano...

Zonda said...

@ Pippa: La gente tende ad avere difficolta' ad immedesimarsi in un uomo mascherato che porta le mutande SOPRA la calzamaglia. Almeno. Quasi tutti...